IL MALE NEL FIORE. FIGURE DELLA VIOLENZA DI GENERE IN ADOLESCENZA

La giornata nazionale di studi dedicata alla violenza di genere in adolescenza – promossa dalla Sapienza (Dottorato in Studi storico-letterari e di genere), dall’Associazione Nazionale Magistrati, dall’Associazione Romana per la Psicoterapia dell’Adolescenza, in partenariato con l’Associazione Nazionale Presidi, e l’Associazione Differenza Donna - intende offrire alla società civile, alla città di Roma, e al Paese, un’occasione di confronto e riflessione alta sulle tante declinazioni culturali - ontologiche, antropologiche, psichiche, storiche, filosofiche, artistiche, letterarie e sociologiche - di un tema che rappresenta una ferita sociale aperta, al fine di contribuire al disvelamento progressivo di una piegatura malsana del tessuto umano.

L’evento, per la sua rilevanza istituzionale, culturale e sociale coinvolge ambiti diversi ma convergenti: magistratura, giornalismo, psicoanalisi, centri antiviolenza, il mondo della scuola e dell’università, la formazione e la ricerca scientifica per aprirsi alle famiglie, alle realtà aggregative giovanili di svago e di aiuto, ai singoli cittadini. A confrontare e condividere esperienze, studi, sguardi, pubblici e intimi, per far riflettere, a partire da molteplici posizioni osservative, conoscitive e istituzionali, la questione della violenza di genere in adolescenza, si svilupperà un dialogo fra saperi al quale sono invitati autorevoli esperti nei diversi settori.

I temi saranno affrontati sul piano della consapevolezza personale e collettiva, del pensiero e della memoria, delle rappresentazioni, degli stereotipi e degli immaginari sociali, civili, letterari, delle coscienze collettive e individuali, nella storia e per la storia, a riconoscimento del male nel fiore.
Una giornata di studi per parlare alle coscienze, e sotto di esse, del “senso” lungo, sotterraneo e sinuoso di tanta violenza svalorizzata, designificata, sommersa, incompresa e negata, taciuta, minacciata, che riappare nell’eclatanza spettacolarizzata del fatto gravissimo come esaltazione della personale e pubblica contrarietà che sponsorizza il successivo episodio di abominio; conoscenza di un inconoscibile ove spesso viene relegata la violenza di genere, veleno pubblico e privato insinuato nelle radici del fiore.

 

Programma

Saluti e apertura dei lavori

ore 09.00 Intervengono:
Francesco Minisci, Presidente ANM (Associazione Nazionale Magistrati)
Antonello Giannelli, Presidente ANP (Associazione Nazionale Presidi)
Paola Carbone, Presidente ARPAd (Associazione Romana per la Psicoterapia dell’Adolescenza)
Eugenio Gaudio, Rettore della Sapienza Università di Roma
Giovanni Solimine, Direttore del Dipartimento di Scienze documentarie, linguistico-filologiche e
geografiche, Sapienza Università di Roma.

Figure e immaginari

ore 10.00 Introduce e coordina Giovanna Montinari (Psicoanalista ARPAd, SPI)

Intervengono:
ore 10.15 Tito Baldini (Psicoanalista ARPAd, SPI)
“Perché in terza?” Un’introduzione alla questione
ore 10.45 Virginia De Micco (Psichiatra e Antropologa, Psicoanalista SPI)
Sul genere della violenza. Una riflessione tra antropologia e psicoanalisi
11.15 Manuela Fraire (Psicoanalista SPI)
La adolescente e la violenza, una questione del genere umano

Diritti ed esperienze

ore 11.45 Introduce e coordina Francesca Cersosimo (Giornalista, Sky Tg24)
Intervengono
12.00 Paola Di Nicola (Giudice del Tribunale di Roma)
Il pregiudizio di genere come radice della violenza
12.30 Teresa Manente (Avvocata penalista, Differenza Donna)
La violenza di genere e le nuove generazioni. Fattispecie e prospettive
13.00 Luisa Betti Dakli (Giornalista)
Esposizione mediatica delle ragazze. Il racconto dei giornali
ore 13.30 Pausa pranzo

Scritture e rappresentazioni

ore 14.30 Introduce e coordina Laura Di Nicola (Italianista, Sapienza Università di Roma)
Intervengono
14.45 Melania Mazzucco (Scrittrice)
“E violentemente la prese”
15.15 Patrizia Gabrielli (Storica, Università di Siena-Arezzo)
“Imparare paura”. Sul filo delle memorie
15.45 Cecilia Robustelli (Linguista, Università di Modena)
La narrazione della violenza nei media
16.15 Irene Baldriga (Storica dell’arte, Associazione Nazionale Presidi)
Iconografie dannate. Immaginario giovanile e violenza di genere nella tradizione figurativa occidentale
16.45 Michela Fusaschi (Antropologa, Università di Roma Tre)
Violenza di genere e adolescenze. Per un’antropologia critica
17.15 Condivisione con la sala

ARPAd
Via Ombrone 14 - 00198 - Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 06 8417055
Fax 06 8417055

logo arpad bianco footer
icona facebook Arpad

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la vostra esperienza utente. Facendo clic su "Chiudi", acconsenti all'uso dei cookies sul nostro sito web. Per maggiori informazioni.