IL FILO DI ARIANNA. Il posto della scrittura nella psicoanalisi